ARCA NELLA STORIA…ARCA FRECCIA

ARCA NELLA STORIA…ARCA FRECCIA

freccia1

Nel 1978 l’allestitore inglese Autihome, ricevette il premio per il “motorhome dell’anno” per un modello molto particolare: piccolo e compatto, ma contraddistinto da un allestimento completo e razionale, economico e soprattutto dalla porta d’ingresso, posteriore. L’idea affascinò anche gli allestitori italiani: rimor, mobilvetta, unicar e naturalmente Arca, che nel 1979 presentò a Torino, al salone “caravan Europa” la prima serie economica, denominata “FRECCIA“. Tre modelli mansardati, su meccanica Ford, contraddistinto dall’ingresso posteriore e dalle dimensioni compatte: il ” freccia I” misurava 450 cm. La serie ebbe un discreto successo, visto anche il prezzo abbordabile, ma furono i concessionari a chiedere al costruttore cellule più grandi (la larghezza sfiorava i due metri) e con l’ ingresso, tradizionale, laterale. Fu creato un profilato sulla base del modello 350 (meccanica Fiat 238 e in seguito Renault trafic) e il motorhome 508. Queste soluzioni, però, fecero perdere l’identità della versione “freccia” e la produzione terminò nella metà degli anni 80

Lorenzo Damuggia

 

 

freccia2 freccia3